Psicologia del trading – Secondo caso

Secondo caso: Il sistema non segnala un trade

1. Non si prende nessun trade

Risultato del trade
neutro.
Esperienza ottenuta
buona disciplina, devo prendere i trade solo quando le probabilità sono a mio favore, solo quando il sistema li segnala. Fiducia guadagnata sia nel trader che nel sistema.
Errori commessi
nessuno.

2. Si prende un trade, che risulta redditizio

Risultato del trade
positivo, ci ho guadagnato.
Esperienza ottenuta
questo errore avrà gli effetti più disastrosi sull’autostima del trader, sul sistema e soprattutto sulla carriera del trader, perché comincerà a pensare che non gli serve un sistema, che ne sa più degli altri. Da questo momento in poi, comincerà ad operare in base alla sua logica personale. La fiducia nel sistema è completamente persa; la fiducia nel trader si trasforma in sopravvalutazione.
Errori commessi
prendere un trade non segnalato dal sistema.

3. Si prende un trade, che risulta in perdita.

Risultato del trade
negativo, ci ho rimesso.
Esperienza ottenuta
il trader ripenserà la sua strategia. La prossima volta ci penserà due volte prima di prendere un trade non segnalato dal sistema. Dirà: “Ok, meglio entrare sul mercato quando il mio sistema lo segnala; solo i trade segnalati hanno una maggiore probabilità di successo”. Fiducia guadagnata nel sistema.
Errori commessi
prendere un trade non segnalato dal sistema.

Come evitare l’errore peggiore, la fine della carriera del trader !

È evidente che non c’è assolutamente nessuna correlazione tra errore e risultato del trade. L’errore peggiore ha avuto addirittura un esito positivo, ha comportato un guadagno, ma potrebbe aver segnato l’inizio della fine della carriera del trader che lo ha commesso.

Come abbiamo già accennato, gli errori devono riferirsi esclusivamente alla violazione delle regole secondo le quali il trader opera.

Tutti questi errori si riferiscono direttamente ai segnali dati da un sistema, ma lo stesso vale quando si esce da un trade. Si possono commettere errori anche nel seguire un piano di trading, come rischiare su un dato trade più denaro di quanto si sarebbe dovuto, ma si possono riportare molti altri esempi.

Stabilire un piano di Trading

Molti errori si possono evitare stabilendo preventivamente un piano di trading. Il piano di trading comprende:

  • il sistema, ossia i criteri con cui entriamo e usciamo dal mercato,
  • il piano di money management, quanto rischieremo su ogni dato trade, e molti altri elementi.

La cosa più importante poi è mantenere la disciplina e attenersi fedelmente al piano. Lo abbiamo creato in assenza di trade, quindi senza barriere psicologiche. L’unica cosa che sappiamo per certo è che, se lo seguiamo, le decisioni che prenderemo saranno nel nostro migliore interesse e nel lungo periodo ci aiuteranno ad ottenere risultati migliori.

Non dobbiamo preoccuparci di eventi isolati o di trade che sul momento avrebbero potuto darci ottimi risultati ma che in seconda battuta avrebbero potuto rivelarsi disastrosi per la nostra carriera di trader.

Leave a comment