Bonus forex: senza, con deposito o da contrattare

Come per ogni altro settore “commerciale” anche i broker Forex, per attirare nuovi utenti o per cercare di mantenere intatta la fetta di mercato acquisita, a mano a mano che si è intensifica la concorrenza, hanno aumentato l’offerta di bonus più o meno allettanti.

Broker Recensione Bonus di Benvenuto Bonus di Fedeltà
Con Deposito
Senza Deposito
Valore
Con Deposito
Senza Deposito
Valore
Dettagli Broker
fino al 10%
fino al 10%
Dettagli Broker
fino a 3.000$
10%
Dettagli Broker
n.d.
n.d.
Dettagli Broker
fino 5.000$
fino al 10%
XeMarkets
fino al 30%
fino al 30%

Oggi esistono 4 tipologie di bonus, due delle quali rientrano nei bonus di benvenuto, mentre le altre due hanno lo scopo di fidelizzare il cliente (programma di fidelizzazione vero e proprio e le proposte bonus sul tipo “presenta un amico”).
Il funzionamento dei bonus non è sempre uguale, anche se nella maggior parte dei casi sono prelevabili solo quando vengono soddisfatti determinati requisiti, e all’interno di un orizzonte temporale ben definito.

Bonus di benvenuto senza deposito: occasione o imbocco?

I broker hanno l’obiettivo di guadagnare, per cui non bisogna aspettarsi chissà quali regali, poiché l’investimento che permette di guadagnare senza impiegare soldi propri di fatto non esiste.
Per questo i bonus senza deposito vengono erogati sotto forma di cifre modeste, che nemmeno coprono gli importi minimi della maggior parte degli investimenti che si intende effettuare: il loro scopo è quello di spingere a fare un deposito, che dovrà essere pari quindi al minimo previsto da quel broker (il range è molto variabile dal momento che la media è di 100 dollari, ma ci sono broker che accettano anche solo 10 dollari ed altri che richiedono somme notevolmente superiori).

In più i requisiti di “sblocco” di questi bonus sono difficili da raggiungere: richiedono dei volumi di investimento eccessivamente elevati da realizzare in guadagno, e in tempi non troppo dilatati. In poche parole non vanno presi in considerazione.

Bonus con deposito: come scegliere?

Per i bonus di benvenuto con deposito, alcune di queste valutazioni valgono ugualmente, anche se generalmente i requisiti di volume degli investimenti si abbassano rispetto ai bonus senza deposito (la media dei broker richiede un volume non inferiore a 30 volte l’entità del bonus, ma bisogna informarsi caso per caso perché la scelta è estremamente variabile), ed anche la tempistica di impiego è un po più generosa.
Questi bonus devono essere considerati più come uno speciale “sconto” sugli spread o commissioni, di cui si potrà usufruire in modo concreto, solo se si sarà in grado di tradare con un margine di guadagno che ne consentirà lo sblocco, altrimenti è come non averne usufruito affatto.

Prima di scegliere se accettarli o meno, bisogna anche informarsi (meglio contattare gli account manager) se anche i guadagni non saranno prelevabili fino al completo sblocco del bonus che li ha generati, oppure se lo saranno indipendentemente dallo sblocco del bonus stesso. Alcuni broker offrono la possibilità di scegliere o meno l’erogazione del bonus, attraverso l’inserimento di codici, mentre altri li prevedono in automatico: questi ultimi, se indesiderati, possono essere rifiutati comunicandolo al servizio di assistenza.

Bonus di fidelizzazione: sfruttare le possibilità di personalizzazione

Per questa categoria di bonus le differenze rispetto alla categoria bonus in generale sono minime, ma dal momento che spesso i broker prevedono delle forme di personalizzazione delle condizioni proposte, contrattare potrebbe migliorare i margini di utilizzo, il che però dipende dalla forza contrattuale/capacità che può vantare il trader.

Leave a comment